ONU, approvata risoluzione che mette al bando le mutilazioni genitali femminili

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato ieri la risoluzione – adottata in sessione plenaria per consenso – che mette al bando le mutilazioni genitali femminili (MGF). Con questo provvedimento, l’Onu esorta gli Stati membri a condannare e “prendere tutte le misure necessarie, anche legislative, per proibire le mutilazioni genitali femminili e proteggere le donne e le ragazze da questa forma di violenza”. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, sono circa 140 milioni le bambine che hanno subito questa pratica e ogni anno almeno tre milioni rischiano di rimanerne vittime.




Potrebbero interessarti anche

Top