Festival di Cinema Africano, Verona 16-25 novembre

Inizia oggi a Verona la XXXII edizione del Festival di Cinema Africano: AFRICAMIX – Contaminazioni tra Africa e World Cinema.

Festival di Cinema AfricanoIl Festival di Cinema Africano, giunto alla trentaduesima edizione, torna questa sera a Verona. Con il titolo di quest’anno, AFRICAMIX: Contaminazioni tra Africa e World Cinema, il festival si interroga appunto sulla genuinità del cinema africano; chiedendosi se «queste Afriche, nell’incontro con il World Cinema, non siano state contaminate, non abbiano creato dei linguaggi nuovi, moderne visioni capaci di rivisitare la cultura africana alla luce degli input provenienti dai grandi schermi mondiali» e, in particolare, «come vengono rielaborate le proprie radici da quelle nuove generazioni di cineasti, oramai stanchi di stereotipi che sentono lontani, soprattutto quando crescono in Paesi distanti dal Continente nero, divenendo essi stessi i primi soggetti contaminati da un crocevia sempre più ampio di relazioni, esperienze, visioni comuni».

Il cinema africano diventa, ogni anno di più, espressione della Diaspora capace di annientare confini geografici e politici, di raccontare una New Africa narratrice di una forza visiva inedita, che sa emozionare e sorprendere, toccando temi e valori che arrivano da una tradizione sempre viva, che si vuole continuare a trasmettere al mondo attraverso nuove tecniche.

Il cinema africano è esso stesso un laboratorio di contaminazione in progressiva evoluzione verso un futuro difficile da definire e indicare, noi, nelle sale di Verona, possiamo solo mostrarvelo, sta a voi intuire o sognare la direzione che prenderà.

L’inaugurazione del XXXII Festival di Cinema Africano si terrà questa sera, alle 20.30, al Cinema Stimate di Verona (piazza Cittadella).

AFRICAMIX comincerà con una serata di intrattenimento, danza e musica: prima della proiezione, si esibiranno la Vic Ballet School, un’associazione dilettantistica veronese e alcuni artisti africani.

Ad aprire ufficialmente il Festival, sarà il film fuori concorso The first Grader (Justin Chadwick, Kenya/Gran Bretagna/USA, 2010), la storia vera di un uomo di 84 anni, ex guerriero Mau MAU, che ha visto la propria famiglia sterminata e decide di imparare a scrivere, per poter leggere e capire cosa gli ha scritto il Presidente del suo Paese (Kenya) in una lettera. Una testimonianza – si legge nel comunicato – sull’importanza dell’istruzione scolastica nello sviluppo di una nazione e dell’istruzione come mezzo per comprendere quel che accade.

Per concludere la prima serata di Festival, ci si sposterà al Time-out: a partire dalle 23.00, DJ Alix Ndembi e DJ Daniel intratterranno il pubblico a suon di musica africana.

Per altri eventi e proiezioni visita il sito del Festival o la pagina Facebook.




Potrebbero interessarti anche

Top