Lipari e le alluvioni che non fanno notizia

lipari

Nubifragio a Lipari, oltre 30 milioni di danni.

15 settembre 2012 – Una pioggia torrenziale si è abbattuta sulle Eolie, causando un nubifragio che ha colpito le isole dell’arcipelago. La più danneggiata è l’isola maggiore, Lipari, dove un fiume di acqua, fango e detriti ha invaso le strade principali provocando allagamenti e distruzione. La prima stima, non definitiva, dei danni ammonta già a 30 milioni di euro. Il sindaco, Marco Giorgianni, ha disposto la chiusura delle scuole per lunedì 17 settembre e ha chiesto che venga riconosciuto lo stato di calamità naturale.

Ma la vera notizia è che tutto ciò non sembra fare notizia.

Alluvione a Lipari“L’alluvione di cui non importa a nessuno”, scrive il quotidiano online Live Sicilia. “Stamattina mi sono alzato, ho acceso il tg e dell’alluvione a Lipari non ha parlato nessuno, neppure Sky”, “sui tg mediaset l’alluvione di Lipari vale una notizia solo per aver portato paura tra i turisti che ancora affollano l’isola”, si legge su Twitter. “Le alluvioni al sud non fanno rumore”, scrivono su Facebook.

Nessuna edizione straordinaria, nessuna prima pagina. Solo qualche riga a mo’ di nota di agenzia, accompagnata da video e immagini presi dalla rete.

Succede a Lipari, è successo in Sardegna. Il 22 ottobre del 2008, quando un violento nubifragio devastò l’hinterland cagliaritano. Morirono cinque persone. Troppo poche, forse, per i media nazionali.

E poi ancora 2007, 2006, 2004. Possiamo tornare indietro fino al 1795.

Lipari come Capoterra, Capoterra come Messina. Ree di trovarsi in quella parte di Italia in cui persino un evento disastroso risulta essere un fenomeno di serie B. Uno di quei fatti che, oramai, vengono raccontati in tempo reale solo sui social network, da chi li vive in prima persona.

© incamminoweb.it
Fonte: Youtube

Foto: Alluvione a Lipari © Fabiana Famularo, via Twitter



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top