Carmine Abate vince il 50° Premio Campiello

premio campielloLa 50esima edizione del Premio Campiello si è conclusa con la vittoria dello scrittore calabrese Carmine Abate, 98 voti su 273, per il romanzo La collina del vento, edito da Mondadori.

Al secondo posto Francesca Melandri e la sua opera edita da Rizzoli, Più alto del mare, che ha ottenuto dalla giuria – composta interamente da lettori – 58 voti; terzo Marcello Fois, 49 voti, con il romanzo Nel tempo di mezzo, edito da Einaudi.

Fuori dal “podio”: Marco Missiroli con Il senso dell’elefante (Guanda) e Giovanni Montanaro con Tutti i colori del mondo (Feltrinelli).

Premio Campiello Giovani per Martina Evangelisti, diciannovenne ravennate, autrice del racconto Forbici.

Riconoscimento alla carriera per Dacia Maraini: a lei – che vinse il Campiello nel 1990 con La lunga vita di Marianna Ucria – il Premio Fondazione Il Campiello che, dal 2010, viene attribuito ad una insigne personalità della cultura letteraria italiana contemporanea.

Durante la cerimonia di premiazione è stato assegnato anche il Premio Campiello Opera Prima, attribuito dalla Giuria dei Letterati e annunciato nel corso della Riunione di Selezione; a vincerlo quest’anno: Roberto Andò con Il trono vuoto, edito da Bompiani.

Il Campiello è un premio letterario assegnato a opere di narrativa italiana, istituito nel 1962 per volontà degli Industriali del Veneto.

I finalisti della 50esima edizione

premio campiello




Potrebbero interessarti anche

Top