Al via a Sassari la seconda edizione del Festival Figiurà

Michela Murgia al Festival Figiurà

Verrà inaugurata stasera la seconda edizione del Festival CineLetterario Figiurà, che in sassarese significa “guardare”, come spiegano gli organizzatori:

Guardare. Non semplicemente vedere.
Osservare con attenzione, leggere, meditare, assaporare. Una vera e propria festa dello sguardo, della mente, dell’anima.
Senza fretta, ma con l’intenzione di passare al meglio il tempo e di farlo in un luogo, in una cornice, che diventa parte integrante dei contenuti che abbiamo voluto dare a questo festival.
Sassari è una città che ha voglia e bisogno di bello e di partecipazione. Il nostro contributo è Figiurà, che sarà aperto a tutti dal 20 luglio al 26 agosto.
Figiurà nasce dalla cooperazione tra Amerindia Cinema e LibraiAlCentro (Azuni, Dessì/Mondadori, Messaggerie Sarde e Odradek) che in questa occasione hanno voluto combinare le loro originali esperienze culturali per metterle a disposizione di tutta la città.
Unendo suggestioni, atmosfere e sapori provenienti dai mondi che amiamo di più – il cinema, i libri, la musica, l’ambiente – vogliamo rivolgerci a tutti, tanto agli adulti quanto ai bambini, dedicando loro particolare attenzione sia con la scelta dei film e dei libri sia con l’organizzazione di una serie di laboratori che dia loro la voglia di stare insieme nel fare, di partecipare.
Come luogo abbiamo scelto i Giardini Pubblici, il cuore verde di Sassari, da raggiungere anche a piedi, perché ci piace l’idea che sia da qui che la nostra città possa ritrovare lo stimolo nel proprio percorso di crescita. Dal centro.

Ad aprire le danze sarà l’Associazione WalkingClassFactory, che coinvolgerà giovani e giovanissimi in “Scopriamoci con l’autoritratto”, laboratorio di espressione che si terrà alle 17.30 presso i Giardini Pubblici di via Tavolara. E si proseguirà, per oltre un mese, con laboratori per bambini e adulti, proiezioni di film – tra cui dieci documentari che trattano tematiche legate all’ambiente –, presentazioni e incontri con autori, sempre nel cuore di Sassari.

Nel corso del Festival si alterneranno diversi scrittori: da Carolina Cutolo (Romanticidio, Fandango 2012 – sabato 21 luglio), a Elena Torresani, che il 27 luglio presenterà il libro Giulietta prega senza nome, edito dalla casa editrice sassarese Voltalacarta; passando per Antonio Bachis (Mystery shopper), Massimo Miro (La Faglia) e Alessandro Stellino (Incendi. Racconto di fine estate) della “scuderia” Il Maestrale, che incontreranno i lettori lunedì 23 luglio; per proseguire con Gavino Ruggiu (La canzone identitaria sassarese, Nardini 2012 – giovedì 2 agosto) e il giornalista di Internazionale Claudio Rossi Marcelli, che venerdì 10 agosto presenterà Hello Daddy: storia autobiografica in cui racconta come lui e Manlio, il suo compagno, siano riusciti a diventare padri. “La maternità surrogata in Usa, l’arrivo delle due gemelle, la vita a Roma dove hanno scoperto una società più aperta di quanto si aspettassero”; poi Marco Malvaldi (La carta più alta, Sellerio 2012 – venerdì 17 agosto), Paolo Rabitti (Diossina. La verità nascosta, Feltrinelli 2012 – venerdì 24 agosto) e Michela Murgia – ospite anche lo scorso anno – che il 25 agosto presenterà il suo ultimo libro, L’incontro, edito da Einaudi.

E ancora: Piero Dorfles, Fabio Genovesi, Claudio Morici e Flavio Soriga, per la serata di anteprima del Festival dell’Argentiera (il 26 Luglio).

Senza dimenticare le “Scrittrici in Carrelas”, che mercoledì 25 luglio – introdotte da Carmen Anolfo – leggeranno brani scelti dal gruppo Donne in Carrelas, nel corso di una serata in cui si terrà anche una tavola rotonda – coordinata da Alessandra Pigliaru – dal titolo “Il Diritto delle donne di essere ricordate, il Dovere della società di non dimenticarle”. Parteciperanno il sindaco di Sassari Gianfranco Ganau, la presidentessa della Provincia Alessandra Giudici, Maddalena Medde (consigliera di parità della Provincia di Sassari), Giuseppina Ledda (sindaco di Siligo), Rita Nonnis (del gruppo Donne in Carrelas) e Alessandro Ponzeletti (della commissione toponomastica del Comune).

Infine, il reading “Dicci del poeta” – a cura dell’associazione POP – nel corso della serata conclusiva di domenica 26 agosto.

Il Festival Figiurà è organizzato da Amerindia Cinema e LibraiAlCentro (Azuni, Dessì/Mondadori, Messaggerie Sarde e Odradek), con il patrocinio degli assessorati alle Culture e alle Politiche Ambientali (rispettivamente guidati da Dolores Lai e Monica Spanedda) del Comune di Sassari.

Promo di TeleSassari.tv

FIGIURÀ FESTIVAL – MODALITÀ D’INGRESSO

Posto unico: 5,00 €
Abbonamento 4 Film: 12,00 €
Laboratori per bambini/adulti: 8,00 € a laboratorio
Incontri, reading, presentazione Festival dell’Argentiera: ingresso gratuito



Potrebbero interessarti anche

Top