Per non dimenticare: la strage di Srebrenica

Massacro e strage di Srebrenica

Nel luglio del 1995 a Srebrenica, una città nell’est della Bosnia Erzegovina, i soldati serbobosniaci guidati dal generale Ratko Mladić massacrarono circa ottomila uomini e ragazzi bosniaci di religione musulmana.
La città, che era stata dichiarata zona di sicurezza delle Nazioni Unite, fu conquistata l’11 luglio, nonostante la presenza di un contingente di caschi blu olandesi.

Quello di Srebrenica è il più grave massacro avvenuto in Europa dalla seconda guerra mondiale, ed è considerato dalla giustizia internazionale un genocidio. La strage avvenne nel corso della guerra in Bosnia Erzegovina, cominciata alla fine di marzo del 1992.

La strage di Srebrenica

Vittime di un massacro

Il Massacro di Srebrenica

Srebrenica

Genocidio

Storia di una strage

Fonte: Internazionale

Leggi anche il reportage di Repubblica:

Le donne della ex Jugoslavia stanno ricucendo una rete di solidarietà interetnica, partendo dalla ricostruzione della memoria e coinvolgendo anche le più giovani. Con una singolare “corte di giustizia” senza condannati e senza giudici.



Top