Frommer’s agli omosessuali: “Evitate la Sicilia”. La risposta del coordinamento Palermo pride

La rivista Frommer’s – una delle più importanti guide turistiche degli Stati Uniti – sconsiglia a turisti e viaggiatori lgbt di visitare la Sicilia, considerata “una delle maggiori roccaforti dell’omofobia in Europa”, con “atteggiamenti antigay che sembrano provenire dal Medioevo” e in cui “dimostrazioni aperte di affetto tra coppie dello stesso sesso incontrano l’ovvia disapprovazione degli intolleranti isolani”. Eccezion fatta per Taormina, che in passato – ricorda la redazione del magazine – ha ospitato anche illustri visitatori come Tennessee Williams e il suo compagno Frank Merlo.

“Se vuoi una vacanza gay in Italia” – afferma – “la Sicilia non fa per te”. Meglio optare per Capri, simbolo della dolce vita, Venezia, Firenze, le metropoli gay friendly Roma e Milano e la “capitale gay d’Italia”, Bologna.

Immediata la reazione del coordinamento Palermo pride, che ha espresso il proprio disappunto con una nota stampa pubblicata sul sito:

Come coordinamento Palermo pride, e come singole associazioni e realtà LGBT e non, ci battiamo ogni giorno per la parità dei diritti tra tutt*, comprese le persone LGBT, per la piena cittadinanza, per la lotta all’omofobia e alla discriminazione. Sarebbe pertanto ipocrita sostenere che in Sicilia non vi siano problemi di omofobia, sostenuti dalla mancanza di leggi adatte e dal mancato riconoscimento dei pieni diritti civili alle persone LGBT. Sono gli stessi problemi che ci sono nel resto d’Italia.

Ma sostenere che la Sicilia sia “una roccaforte dell’omofobia” è un’affermazione che denota ignoranza, pressapochismo e pregiudizi non giustificabili in alcun modo.

La realtà siciliana è ben diversa, come dimostrano il Palermo pride 2012, in pieno svolgimento, e il Catania pride, la cui parata sarà il 30 giugno: una realtà in fermento, in cui le realtà LGBT coinvolgono la società civile, gli artisti  e le istituzioni.

Invitiamo i turisti LGBT a visitare l’isola serenamente, e a partecipare alle attività organizzate dalle associazioni in tutto il territorio regionale. Invitiamo i redattori di Frommer’s, e chiunque scriva e fornisca sentenze sulla base di pregiudizi fasulli ad informarsi meglio, e a visitare l’isola, per constatare quale sia la realtà dei fatti. Invitiamo tutt* i sicilian* a partecipare alle parate del Palermo pride 2012 (23 giugno) e del Catania pride 2012 (30 giugno) per dimostrare quale sia la realtà.

Facendo nostre le parole del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, invitiamo i redattori di Frommer’s e i turisti cui loro si rivolgono a visitare il Palermo pride village, perfetto esempio di integrazione tra le attività politiche del movimento LGBT e il resto della città.

“Quando Oscar Wilde scappò perseguitato dall’Inghilterra puritana si rifugiò in Sicilia, dove trascorse un meraviglioso periodo”, ha affermato Rosario Crocetta, europarlamentare del PD e primo sindaco gay d’Italia e di Sicilia.

Foto: Palermo Pride 2011, via La Repubblica



Articoli correlati

Potrebbero interessarti anche

Top