A Sassari si va “Diritti al cuore” contro l’omofobia, il razzismo e tutte le discriminazioni

La manifestazione è stata preceduta dalla conferenza “Diritti e cittadinanza VS omofobia e razzismo”, che si è tenuta martedì 31 Maggio presso la Camera di Commercio di Sassari.

Partirà alle 16.30 da piazza Marconi e attraverserà il centro cittadino fino ad arrivare in piazza Tola – dove si concluderà con un grande concerto – la manifestazione promossa dal Movimento Omosessuale Sardo, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Sassari e in collaborazione con: Arci, Emergency SS, Circolo Prc Hutalabì, Ass. Nessun Dorma, Comitato Primo Marzo SS, Ass. Enrico Berlinguer SS, CGIL SS, Sinistra e Libertà SS, Noidonne 2005, Ex-Q, SISM (Studenti Medicina), Manifesto Sardo e PdCI.

“Una manifestazione – recita il manifesto  contro l’omofobia, il razzismo, e tutte le discriminazioni che veda di nuovo in piazza, insieme, uomini, donne e transessuali di qualsiasi orientamento, politico, religioso e di qualunque provenienza geografica e culturale. Per i diritti e le libertà di tutti i cittadini e le cittadine e per rivendicare il diritto all’autodeterminazione sul proprio corpo e nelle scelte di vita”.

OmofobiaLa manifestazione è stata preceduta dalla conferenza “Diritti e cittadinanza VS omofobia e razzismo”, che si è tenuta martedì 31 maggio presso la Camera di Commercio di Sassari e alla quale hanno preso parte – insieme a Massimo Mele del MOS e agli esponenti delle associazioni promotrici della manifestazione – il prof. Diego Lasio, Università di Cagliari (Omogenitorialità e omofobia sociale), la dott.ssa Andrea Argiolas, transessuale e psicologa, ASL Cagliari (identità di genere e percorsi di transizione), Franca Sabino, segreteria CGIL Sassari (lavoro e discriminazione), Filomena Costa Morais, Comitato 1° Marzo (immigrazione, razzismo e cittadinanza), il sindaco di Sassari Gianfranco Ganau e la presidente della Provincia Alessandra Giudici.

Per maggiori informazioni:



Potrebbero interessarti anche

Top